.
Annunci online

  DaveriK [ Il lusso di stare all´opposizione ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


Il Foglio
Panorama

Dx o Sx?
storia di Israele
libero Blog

BLOGS
Neocon Italiani
matteofontana
robinik
gdm
Fausto Carioti
calimero
watergate
starsailor
kagliostro
orpheus
germanynews
Otimaster
freedomland
cecilia
SGS
walking class

IL TRIUMVIRATO
logica
odisseus
daverik

caius
juan de marco

Forza Italia
Lega Nord
Alleanza Nazionale
Riformatori Liberali
UdC
PRI
Movimento per L'Autonomia

PENSIERI DIAMETRALMENTE OPPOSTI
Montezuma

OTHERS
Sapo
Susina
Alessandro

WORLDS BLOGS
EU referendum
lgf
green helmet
Epistemes

AGGREGATORI
La Mannschaft
Tocqueville
TRN

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


7 dicembre 2005

La Val di Susa e il pietismo

Ieri mattina alle 3:30 sono stati sgomberati gli accampamenti in Val Susa; bambini, donne e anziani e per ultimi uomini, tutti con intenzioni pacifiche, tranne alcuni (ma sai, le pecore nere ci sono ovunque) stavano dormendo recuperando nuove energie per l´ennesimo giorno di protesta contro la TAV.
La polizia ha caricato, smontato le tende e nel corso dell´intervento qualcuno é pure rimasto ferito, da ambo le parti.
Ora, preciso che
- posso anche capire le motivazioni degli abitanti della Val Susa. Non conosco il progetto nei dettagli, non so quale impatto ambientale possa avere.
- il territorio italiano va salvaguardato perché patrimonio dell´umanitá e bene primario.

detto questo:

Tutti in Italia piangono per l´asenza di infrastutture, strade, ponti, ferrovie, ma pure opere per lo smaltimento dei rifiuti, quali inceneritori o altri impianti. Nuovi ospedali, nuove opere di carattere strategico per intere regioni; si piange miseria perché l´energia elettrica la si paga troppo cara.

E tutti siamo d´accordo sul fatto che si debba investire molto di piú in un settore nevralgico per il Paese quale effettivamente é quello delle  infrastutture. Questo é il punto caldo del discorso: tutti siamo d´accordo.....ma...non nel giro di almeno 10000 km da casetta mia bella. Risultato: non si arriverá da nessuna parte. La colpa é chiaramente dello Stato capitalista che se ne frega dei poveri innocenti. E di conseguenza i poliziotti sono fascisti che obbediscono a fascisti. Ogni motivo é buono per la solidarietá fra povera gente, coalizzandosi contro lo Stato Canaglia che aggredisce gli indifesi.
E l´accusa é chiara. I simpatizzanti del centrodestra, pur dimostrando solidarietá nei confronti delle persone della Val Susa, sono dalla parte dello Stato che fa rispettare le NOSTRE leggi, che assicura la legalitá; sono quindi a loro volta fascisti.
Io rimando al mittente le accuse. Qui non si é fascisti, qui si é con lo Stato, di qualsiasi colore esso sia perché si ha un profondo rispetto delle istituzioni. Mettete via le bandierine colorate, i falcetti e i martelli; cominciate ad aprire gli occhi e a capire che la causa di tanto antagonismo sociale molte volte siete voi, mentre noi durante il giorno lavoriamo e non cospiriamo dietro alle schiene di nessuno.  


P.S. I: leggasi http://ilcannocchiale.splinder.com/post/6511728 per le motivazioni di chi é contrario alla TAV in Val Susa.

P.S II: leggasi il post di Fausto Carioti sul tema.




permalink | inviato da il 7/12/2005 alle 11:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa


1 agosto 2005

Italia vostra 1

NAPOLI - Un'intera famiglia, composta da 20 persone, beneficiava di pensioni di invalidita' non corrispondenti al vero: e' quanto e' emerso durante le indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Napoli che hanno permesso di accertare una serie di truffe ai danni dell'Inps finalizzate ad ottenere il riconoscimento di pensioni di invalidita' civile e di indennita' di accompagnamento a persone in realta' non invalide e comunque mai riconosciute tali per un totale di oltre 3,7 milioni di euro.

Al termine delle indagini preliminari - informa una nota del procuratore della Repubblica Giovandomenico Lepore - sono stati notificati avvisi nei confronti di 102 indagati per 318 reati di truffa, falso e corruzione relativi a 82 pensioni di invalidita'. Alle indagini, coordinate dai pm D'Avino e Fragliasso e condotte dalla squadra mobile della questura di Napoli, hanno collaborato gli uffici Inps di Arzano, Pozzuoli e Napoli. I fatti accertati - prosegue la nota di Lepore - sono stati commessi sino al giugno 2005 ed il totale delle prestazioni pensionistiche indebitamente erogate ammonta a 3.770.000 euro.

Secondo quanto accertato, il riconoscimento delle pensioni di invalidita' civile non rispondenti al vero e' stato ottenuto con modalita' diverse: attraverso falsi decreti prefettizi di invalidita' civile, attraverso verbali di visita medica della Commissione medica provinciale o delle Asl non rispondenti al vero o con sentenze del giudice civile materialmente falsate o basate su perizie mediche ideologicamente false.

Tra i beneficiari delle indennita' falsamente ottenute, e' risultato un intero nucleo familiare composto da almeno 20 persone: marito, moglie, i loro tre figli, le due nuore, il genero, due zie del capofamiglia, la madre di quest'ultimo, la cognata, i due consuoceri, quattro cugini, due cognate del figlio e la cognata della figlia, beneficiavano tutti di pensioni di invalidita' non rispondenti al vero.

Durante le indagini, inoltre, sono stati accertati, anche fotograficamente, casi di persone beneficiarie di indennita' di accompagnamento titolari di patenti auto e sorprese alla guida dell'autovettura o mentre camminavano a piedi da sole ed autonomamente




permalink | inviato da il 1/8/2005 alle 18:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     agosto       

G
O
V
E
R
N
O

P
R
O
D
I

I
I
Giudizio sul governo Prodi

Positivo (votato csx)
Negativo (votato csx)
neutrale (votato csx)
Positivo (votato cdx)
Negativo (votato cdx)
Neutrale (votato cdx)
Positivo (non dichiara)
Negativo (non dichiara)
Neutrale (non dichiara)

P
A
R
T
I
T
O

U
N
I
C
O
Il nome del Partito Unico

La Casa delle Libertá
Alleanza dei Moderati
Il Partito delle Libertá




DIE MANNSCHAFT
Le ultime dallo spogliatoio

Subscribe in Rojo


United We'll Win




E come una foglia nasce fotosintetizza cade si sbriciola muore e diventa terra così io, Credo






Agonizzanti in un letto, tra molti anni da adesso,
siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni
che avrete vissuto a partire da oggi per avere l'occasione,
solo un altra occasione, di tornare qui sul campo ad urlare
ai nostri nemici che possono toglierci la vita
ma non ci toglieranno mai la liberta'!".
LIBERTÀ LIBERTÀ





(ATTENZIONE): L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.


United We'll Win




» Blogs that link here




BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Statistiche sito,contatore visite, counter web 
invisibile